NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.
Stampa questa pagina
Addio al classico panettone

Gli amanti del dolce natalizio per eccellenza, il panettone, saranno sicuramente andati a “Re Panettone”, evento milanese totalmente dedicato al dolce natalizio numero uno.
Il 26/27 Novembre si è tenuta la nona edizione di questo dolcissimo evento, che ha visto riempirsi lo spazio Megawatt di Milano, con golosi visitatori provenienti dal capoluogo meneghino e oltre.

I 41 pasticcieri-espositori hanno realizzato la loro idea del panetun: dal classico panettone con canditi ed uvetta (secondo la ricetta originale del panettone milanese), agli accostamenti più originali e salutari come ad esempio il panettone realizzato con olio di oliva al posto del classico strutto. Ad unire i due fronti c'è l'utilizzo di materie prime prive di additivi artificiali, lo scopo è esaltare le qualità organolettiche naturali del prodotto, proprio come dice l'organizzatore dell'evento Porzio Stanislao: “L'obiettivo di Re Panettone è di esaltare la naturalità, la qualità, la freschezza del panettone” .

Ma qual è stato il panettone più buono, genuino e allo stesso tempo innovativo nella lievitazione? Quest'anno il premio “I PanGiuso” è stato conferito al panettone cioccolato e albicocca della Pregiata Forneria Lenti di Grottaglie.

Sicuramente la vittoria è da attribuire alla grande passione che Emanuele Lenti (Maestro pasticcere della Pregiata Forneria Lenti) dimostra tanto nella sua creatività, quanto nella sua costante ricerca di materie prime naturali e genuine per i suoi panettoni, che ancora oggi vengono cotti nel suo tradizionale forno a legna.

Anche Lenti, come molti maestri pasticceri, hanno scelto di usare solo materie Bio e di evitare l'uso di additivi artificiali e chimici, che da una parte velocizzerebbero il processo di lievitazione, ma dall'altra rovinerebbero il sapore naturale ed originale delle sue produzioni.

  • Addio Al Classico Panettone 2
  • Addio Al Classico Panettone 3
  • Addio Al Classico Panettone 4

    Non a caso Biologico fa rima con Ecologico. Per questo Durante Re Panettone è stato conferito anche il premio “I custodi del panettone” vinto dalla Pasticceria Angelo Grippa (di Eboli) con la sua confezione innovativa, ingegnerizzata e soprattutto eco-friendly realizzata in cartone riciclato e con l'utilizzo di coloranti naturali.
    Il conferimento, è stato sostenuto dalla COMIECO (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) e patrocinato dalla AIAP (Associazione italiana design della comunicazione visiva).

    Ormai lo sanno tutti: biologico e naturale nella cucina moderna sono sinonimo di qualità e gusti ricercati e questo succede anche per cibi legati alla tradizione italiana, come il Panettone!

     

    DESIGN



    Come rendere uinca la confezione in legno per la giusta occsasione?

    ENOGASTRONOMIA



    Prowine 2016: presentare la giusta confezione per importanti eventi

    MODA



    Come confezionare un prodotto per l'alta moda

    Potrebbe interessarti anche

    0 commento